Skip navigation

L’Ontopsicologia ha per oggetto l’attività psichica inerente la fenomenologia umana, cioè studia l’esperienza psicologica, individua le cause che la costituiscono e gli elementi che possono risolverla.

L’attività psichica è l’azione base delle modalità del pensiero e della motivazione dell’esistere uomo, sino all’esteriorità somatica (il corpo è parola, lo psichico è senso).”Realtà” psichica (inconscio, pulsioni, associazioni, trasposizioni oniriche, allucinazioni, visioni, etc.) va intesa con la stessa concretezza con cui un fisico concepisce la materia.
È un mondo soggettivo operabile come:
a) intenzionalità in anticipo a qualsiasi fenomenologia;
b) pensiero o atto già formalizzato;
c) ragione o volontà cosciente;
d) via fantasiosa, artistica, onirica.
L’attività psichica è sempre invisibile. Anche il pensiero e la coscienza sono fenomenologia e non si può vedere la causa in sé. Quando pensiamo già riflettiamo: la nostra coscienza legge in fenomenologia.
L’In Sé ontico è la radicalità dell’attività psichica, il progetto della natura che costituisce l’essere umano.
L’ultima riduzione che possiamo fare dell’attività psichica è potenza formalizzante. La pura attività psichica non è tanto energia, ma è il processo della formalizzazione. Le immagini sono strutture attraverso le quali può accadere qualsiasi variabile energetica. Il principio agisce solo attraverso immagine.
Dicendo “attività psichica” si concepisce il primo e fondamentale muoversi dell’uomo, che poi si effettua come pensiero, emozione, temperamento, carattere, memoria, volontà, conoscenza. Si concepisce l’energia base dell’universo, la cui proprietà è di riorganizzarsi intatta al principio, mentre si effettua comunque. Mentre produce già si riorganizza in causa, per cui è circolare al centro. Per “attività psichica”, quindi, non si intende il pensiero, il ricordo, l’emozione, la psicosomatica: questi sono soltanto fenomenologie della pulsione psichica. La psiche di per sé resta sempre assente a qualsiasi misura, ma presente come evidenza.
“Psiche” è azione o uno dinamico che si dà tutta insieme, indivisa e senza parti, per cui di per sé può superare le coordinate di tempo e spazio continui. E’ ecceità dinamica olistica. Si dà sempre per intero identico e agisce o si muove per come intende (intenzionalità).
L’attività psichica è una forma che presenzia e specifica l’azione. La difficoltà specifica è che si estrinseca parte in modo cosciente, parte in modo inconscio.

La parte cosciente è strutturata da due forme:
1) sistemi o stereotipi socio-legali (il tipo di morale, di linguistica, di politica, di educazione, etc.);
2) nuclei dinamici inconsci o censurati (anche la parte cosciente è un effetto di dinamica inconscia).

I nuclei dinamici dell’inconscio sembrano essere preponderanti in qualsiasi formazione allogena e discrepanti dall’identità organica del soggetto.
Cioè l’attività psichica (la mente) ha la capacità, ha la virtualità di potersi esporre e cioè effettuare rimanendo intatta in se stessa. Quindi si può decidere fuori di sé, rimanendo intatti dentro di sé. Appena si decide il fuori di sé, l’attività della mente formalizza. Formalizzare significa: segnare l’effetto come deve accadere, come deve farsi.
Si ricordi l’interferenza del monitor di deflessione. Questa incidenza manipola il naturale excursus dell’effettualità tra attività psichica ed emozione. O si riesce a cogliere le cause nell’attività psichica o, operando quando le emozioni sono esposte, è troppo tardi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: